Museocity e Storie Milanesi a Casa Lalla Romano: 3-4-5 marzo

03/03/2017

Raduno a Milano, in Via Brera 17 - Giardino Lalla Romano

Storie Milanesi

Museocity è un’iniziativa promossa dal Comune di Milano e dall’Associazione Museocity.

La manifestazione intende mettere in luce la grande realtà del patrimonio museale della città. Una manifestazione diffusa e molteplice che coinvolge il mondo dei Musei, ne valorizza la funzione culturale e favorisce la conoscenza del loro straordinario patrimonio, offrendo alla città un nuovo, inaspettato tesoro.

Milano, come un grande Museo a cielo aperto, vive per tre giorni la sua bellezza e il suo patrimonio artistico e storico grazie al coinvolgimento di oltre 70 tra musei d’arte, di storia, musei scientifici, case museo, case d’artista e musei d’impresa diffusi su tutto il territorio cittadino con alcune “incursioni” nell’area metropolitana. Tra questi, è inserita la Casa Lalla Romano, dove la scrittrice ha vissuto dal 1953 alla morte, nel 2001. Ora è sede dell’Associazione Amici di Lalla Romano e del Centro Studi Lalla Romano – Fondazione Onlus.

La Casa Lalla Romano per questa iniziativa è gemellata con la Fondazione Corrente – Studio Museo Treccani. Durante l’evento tra le due istituzioni vi è uno scambio di un’opera (vedi p. 2).

Dal 3 al 5 marzo  i musei coinvolti si apriranno al pubblico con visite guidate, iniziative speciali, laboratori per bambini, aperture straordinarie, conferenze.

Una tavola rotonda aperta al pubblico sarà l’occasione per raccogliere alcuni dei principali protagonisti della scena culturale milanese e confrontarsi con loro su scelte, prospettive e novità nel panorama in grande sviluppo dei musei milanesi.

 Nell’ambito dell’iniziativa, dal 5 marzo al 1 maggio Palazzo Reale ospiterà nella Sala delle Cariatidi la mostra multimediale Muse a Milano. Accoppiamenti giudiziosi. Le nove Muse, simbolo della creatività, guideranno i visitatori nei luoghi dell'arte di Milano, invitandoli a seguirle in un percorso di emozioni fra tante immagini di opere milanesi.

CASA LALLA ROMANO 

Via Brera, 17 – 20121 Milano

(M2 Lanza, M3 Montenapoleone)

Orari delle visite guidate

venerdì 3: ore 10.

sabato 4: ore 15.30 e 17.

domenica 5: ore 10, 11.30, 15.30 e 17.

Ingresso gratuito 

Raduno intorno al “Giardino Lalla Romano” (Via Brera, 17)

Tel. 02.86463326 - 348.5601217

www.lallaromano.itwww.museocitymilano.it

Museocity 2017: la Fondazione Adolfo Pini presenta “Storie Milanesi un unico racconto”. Un progetto speciale a cura di Rosanna Pavoni

 

In occasione della prima edizione di Museocity, in programma dal 3 al 5 Marzo 2017, la Fondazione Adolfo Pini presenta un progetto speciale: Storie Milanesi un unico racconto (storiemilanesi.org).

Protagoniste, in una narrazione inedita e corale alla scoperta di Milano, le 15 case museo, atelier d’artista, studi di architetti e designer che fanno parte del circuito di Storie Milanesi. Insieme lanceranno infatti una visita speciale: per la prima volta ciascun “Museo” scambierà con un altro partner del circuito un oggetto, svelando nuove suggestioni, storie e aneddoti. Ciascun oggetto sarà raccontato con lo sguardo particolare del “padrone di casa” ospitante, alla luce della cultura e della personalità che l’hanno contraddistinto, a creare un racconto inedito della città di Milano attraverso voci, solo apparentemente tra loro disconnesse, ma in realtà inaspettatamente e strettamente collegate da storie personali.

Il progetto vuole sottolineare la circolarità del racconto della città attraverso i 15 luoghi e le voci dei personaggi di Storie Milanesi e la complementarietà delle loro narrazioni.

Lo scambio di oggetti porta alla luce racconti, amicizie, relazioni e collegamenti insoliti tra i personaggi.

La Fondazione Corrente – Studio Treccani dialoga con l’Associazione Amici di Lalla Romano. L’oggetto esposto dalla Fondazione è un documento che testimonia i contatti costanti, nel tempo, fra Lalla Romano ed Ernesto Treccani: pittori, poeti, intellettuali e anche amici fraterni. La frequentazione fra i due artisti è raccontata da un fecondo scambio di idee, lettere e opere conservate nelle rispettive Case e Archivi. Nella Casa Lalla Romano l’Associazione Amici di Lalla Romano espone la foto che ritrae i due amici,  scattata da Toni Nicolini in occasione dell’inaugurazione della mostra “Ernesto Treccani: personaggi del Don Chisciotte” nel 1987.

Opera in prestito dalla Casa Lalla Romano alla Fondazione Corrente

Didascalia: Ernesto Treccani, Pagine di calendario, mesi di gennaio, febbraio, aprile, litografia, s.a., Casa Lalla Romano, Milano

 

L’opera è un documento del dialogo nel tempo fra Lalla Romano ed Ernesto Treccani: pittori, poeti, intellettuali presenti al loro tempo, e anche amici fraterni. Amicizia e condivisione nell’impegno culturale da quando Lalla Romano si è trasferita da Torino a Milano nel 1947. La frequentazione fra i due artisti è testimoniata da un fecondo scambio di idee, lettere, opere, conservate nelle rispettive Case e Archivi.

Fra queste tre grandi fogli di un calendario di Ernesto Treccani, con la riproduzione di acquarelli con animali: dal calendario, Lalla Romano aveva scelto i mesi di gennaio, febbraio e aprile e li aveva uniti insieme e collocati su un muro della cucina, proprio di fronte al posto dove sedeva ogni mattina per la prima colazione. Di tanto in tanto – testimonia Antonio Ria – si alzava e con un pennarello leggero ritoccava, ad esempio, l’occhio dell’asino: ritocco ben visibile ancora oggi. Era proprio un gesto di fraternità, di dialogo nel segno dell’arte: in «quel cammino oscuro che porta alla creazione e che caratterizza un’opera d’arte: una piccola palla calda con la quale giochiamo in infiniti passaggi», come aveva scritto Treccani in “Appunti del nostro lavoro” per il catalogo Lalla Romano pittrice (Einaudi 1993). E il gesto di Lalla era proprio nel segno di quegli «infiniti passaggi», ai quali continuava a unirsi.

 

Ernesto Treccani  negli anni ottanta e novanta realizza diversi calendari per case editrici ed aziende tra cui Rizzoli, che ogni anno commissionava a noti pittori le illustrazioni di materiali grafici per i dipendenti. Per l’occasione Fondazione Corrente espone, in dialogo con le pagine provenienti da Casa Lalla Romano, un esempio di questa produzione, il calendario realizzato da Ernesto Treccani per Bayer Crop Science nel 2007, illustrato negli anni da pittori quali Cascella (1986), Guttuso (1987), Sassu (1988) Cantatore (1993), Schifano (1994), Migneco (1995).

 

Fondazione Corrente

Via Carlo Porta 5 a Milano –  Tel/fax 02.657262 – http://www.fondazionecorrente.org/

 

Con “Storie milanesi un unico racconto” le diverse realtà che, durante i tre giorni di Museocity, partecipano al progetto – organizzato e coordinato dalla Fondazione Adolfo Pini – costruiscono un unico racconto corale. In questo modo “Storie Milanesi” si propone ancora una volta come punto di riferimento per chi vuole lasciarsi sorprendere da Milano, per chi ha voglia di scoprire e conoscere i personaggi che hanno contribuito alla storia culturale di una città oggi riconosciuta e apprezzata a livello internazionale. In questo racconto, infatti, tempo e spazio vengono superati e i protagonisti delle “Storie Milanesi” si incontrano unendo narrazioni, esperienze e vissuti della Milano tra Otto e Novecento.

 

Storie Milanesi è un progetto della Fondazione Adolfo Pini curato da Rosanna Pavoni, con la collaborazione del Comune di Milano e il contributo di Fondazione Cariplo, che attraverso la piattaforma digitale storiemilanesi.org, consultabile e fruibile con diverse chiavi di lettura e filtri tematici in italiano e in inglese, mette a circuito 15 case museo, atelier d’ artista, studi di architetti e designer.

Fondazione Adolfo Pini

Corso Garibaldi 2, Milano – Tel. 02 874502 – www.fondazionepini.it