Poeti da non dimenticare: Alberto Melucci

08/10/2016

Biblioteca Nazionale Braidense Sala Maria Teresa e Sala Lalla Romano, Via Brera, 28 — Milano

_Melucci-1

Sabato 8 ottobre 2016 ore 11

POETI DA NON DIMENTICARE

ALBERTO MELUCCI

Con GIULIANA CHIARETTI
ANNA FABBRINI MELUCCI
SALVATORE NATOLI
GIUSEPPE PROSPERI

Coordina Antonio Ria

«Le poesie di Alberto Melucci sono musica e stile, ma indistinguibili da un intenso, appassionato messaggio... Sono “parole di deserto”, canto che nasce dal dolore. Un dolore fecondo, che genera vita e non porta alla disperazione, all’annullamento. Sono dunque una testimonianza. Del buio, della paura, della stanchezza, ma anche della vita, dell’amore, della speranza». Con queste parole Lalla Romano introduceva il volume di Alberto Melucci (Rimini 1943-Milano 2001) Giorni e cose (Pazzini). E, nella dedica, il poeta quasi le rispondeva: «A Lalla, con gratitudine e affetto, nel segno della speranza. Alberto. 13/2/2000».

Nel tempo, la stima e l’amicizia fra i due poeti erano diventate sempre più un dialogo serrato: le visite di Alberto a Lalla si intensificavano, quasi una consuetudine. E per Lalla Romano è stata una conferma poter scrivere la prefazione alla prima prova letteraria di Alberto Melucci Giorni e cose, a cui si affianca la raccolta di versi in dialetto romagnolo Zénta (Gente), con prefazione di Giuseppe Prosperi. È del 2002 il volume postumo Mongolfiere (Archinto Editore), con postfazione di Ezio Raimondi.

Nell’incontro l’amico di una vita Giuseppe Prosperi leggerà alcune poesie, che saranno commentate da Salvatore Natoli: un filosofo che riflette sulle poesie di un sociologo dei processi culturali. Melucci è stato infatti professore ordinario all’Università di Milano e ha pubblicato una ventina di volumi di carattere scientifico, che gli hanno dato una fama internazionale: ha anche insegnato negli Stati Uniti e in altre parti del mondo. E questo aspetto della sua personalità verrà illustrato da Giuliana Chiaretti, professore ordinario di Sociologia. Una testimonianza più familiare sarà portata all’incontro dalla compagna di una vita, Anna Fabbrini Melucci, psicoterapeuta.

 

Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti. Non si può entrare in Sala a incontro iniziato. Info: 348.5601217 – www.lallaromano.it