Poeti da non dimenticare: Roberto Luciano Tàpparo

17/09/2016

Biblioteca Nazionale Braidense, Sala Lalla Romano, Via Brera, 28 - Milano

tapparo e copertina (2)

Sabato 17 settembre 2016 ore 11

Poeti da non dimenticare

ROBERTO LUCIANO TÀPPARO

L’altrove della poesia

A cura di Anna De Simone
Con Margherita Cassani
Letture di Clara Monesi
Coordina Antonio Ria

Ad aprire la nuova stagione, dopo la pausa estiva, sarà il ricordo di Roberto Luciano Tàpparo, un poeta di grande talento, che nella vita ha conosciuto un’alternanza di successi e di silenzi. Fin dagli esordi fu molto apprezzato dal filologo Gianfranco Contini, che raccomandò le sue poesie a un editore raffinatissimo. La sua prima raccolta di versi, intitolata Finché c’è il merlo, fu infatti pubblicata da Vanni Scheiwiller nel 1991. Sono seguite altre sillogi. Dopo, però, il silenzio è calato su questo poeta innovativo e geniale, che in giovinezza ha frequentato l’ambiente di Brera, ha conosciuto Albert Camus e ha molto studiato e amato la poesia di Rimbaud. 

Recentemente, su sua richiesta, Anna De Simone ha curato una scelta significativa delle sue liriche e le ha pubblicate col titolo L’altrove della poesia, presso la casa editrice Leone & e Griffa (Biella 2014). Appena in tempo, perché Tàpparo dopo una lunga malattia, è morto a Milano il 25 luglio 2015. Ha molto amato questa piccola antologia, voluta anche da una disegnatrice di valore, Margherita Cassani, che ha illustrato con un collage la copertina.

 

Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti                              Info: 348.5601217