Virgilio Giotti. Poeta a Trieste

16/01/2016

Biblioteca Nazionale Braidense, Sala Lalla Romano, Via Brera, 28 - Milano

Giotti

Con Giovanni Tesio e Anna De Simone

Letture di Mauro Melzi ,Clara Monesi, Catia Gusmini

Coordina Antonio Ria

«Penso che – tardi, ma mai troppo tardi – Virgilio Giotti inizi la sua strada nel mondo, per essere riconosciuto nella sua sommessa, ritrosa e assoluta grandezza». Con queste parole Claudio Magris accompagna la pubblicazione del libro Leopardi a Trieste con Virgilio Giotti, a cura di Anna De Simone, edito da Interlinea. Il volume analizza l’opera completa di Giotti, accostata ai testi di Leopardi, e verrà presentato dal critico Giovanni Tesio in dialogo con la curatrice.

I suoi versi hanno conosciuto una diffusione lenta, ma senza pause. E oggi si può affermare, in piena sintonia con Magris, che la grandezza di Virgilio Giotti, per quanto «sommessa», per quanto «ritrosa», è davvero «assoluta». Il suo volume Colori rimarrà tra i libri di poesia più alti del Novecento.

Mauro Melzi legge alcuni testi di Giotti nell’originale triestino, mentre Clara Monesi e Catia Gusmini interpretano gli stessi testi nella traduzione italiana e leggono alcuni versi di Giacomo Leopardi .

Nella foto Virgilio Giotti fotografato da Biagio Marin nel 1942.

Ingresso libero fino a esaurimento posti Info: 348.5601217